Skip to content

Come Ottenere Sconti Sulla Fattura Sisma Bonus 2019?

Scopri cosa è il Sisma bonus 2019, quali sono le detrazioni e come ottenere lo sconto sullafattura.



Se avete intenzione di fare un lavoro sulla vostra proprietà per sviluppare misure antisismiche, lo Stato vi permette di ottenere il rimborso delle spese.

La detrazione consiste in un rimborso dell’IRPEF che va dal 50% all’85%, a seconda dei casi, il costo pagato e fino ad un massimo di 96.000 euro.

Ciò significa che se spendi 50.000 euro per le opere e hai diritto a una detrazione del 50%, riceverai 25.000 euro in rimborsi delle imposte sul reddito delle persone fisiche.

L’IRS vi rimborserà in 5 rate annuali, cioè 5.000 (25.000 / 5) euro all’anno, per 5 anni.



Se, ad esempio, si spendono 140.000 euro, non si ha diritto a una detrazione di 70.000 euro perché, come spiegato, il costo massimo è di 96.000 euro. Pertanto, la detrazione massima a cui avete diritto è di 45.500 euro, sempre suddivisi in 5 quote annuali.

Hai diritto al bonus se le tue opere sono state su immobili situati in:

  • zona sismicha 1 e 2, ossia zone ad alto rischio sismico;
  • Zona sismica 3, o zona con minore rischio sismico, ordine P.d.C.M. n. 3274/2003.

Per capire meglio le variazioni percentuali, le lasceremo spiegate come segue:

  • 50% su una spesa massima di 96.000 euro, divisa in 5 rate annuali. Per esempio, se si spendono 50.000 euro, si ha diritto a 25.000 euro di premi per i terremoti (deduzione dell’imposta sul reddito personale) che non si ottiene tutti in una volta, ma 5.000 euro all’anno;
  • 70%, la percentuale sale al 70% solo se l’edificio ha una riduzione del rischio sismico di 1 classe. Per esempio, se si spendono 50.000 euro, si ha diritto a 35.000 euro in un terremoto bonus (deduzione personale imposta sul reddito) che non ottiene tutto in una volta, ma 7.000 euro all’anno;
  • 80%, la percentuale sale all’80% solo se l’edificio ha una riduzione del rischio sismico di 2 classi. Per esempio, se si spendono 50.000 euro, si ha diritto a un bonus terremoto di 40.000 euro (deduzione imposta sul reddito personale) che si riceve in una sola volta, ma 8.000 euro all’anno.

Maggiori Informazioni:

Sisma Bonus 2019: Come Richiedere La Prestazione?
Sisma Bonus 2019: Come Richiedere La Prestazione?

Come Richiedere La Prestazione?

Per richiedere il sisma bonus 2019, è necessario indicare nella dichiarazione dei redditi i dati di identificazione catastale del bene e, se le opere sono eseguite dal titolare, i dati di registrazione dell’atto costitutivo del titolo (ad esempio, il contratto di locazione).



Per gli interventi nelle parti comuni degli edifici residenziali, è sufficiente che i singoli condomini indichino il cod. fiscale del condomínio.

Per beneficiare delle detrazioni, è necessario che i pagamenti siano effettuati tramite bonifico bancario o postale (anche “online”), indicando il motivo del pagamento, il cod. fiscale del beneficiario della detrazione, il numero di partita IVA o il cod. fiscale della persona alla quale è effettuato il trasferimento.

Le innovazioni introdotte nel 2019 dall’ultima legge di bilancio prevedevano:

  • Detrazione del 100% per i costi di diagnosi sismica degli edifici
  • Il Sisma Bonus 2019 e bonus Ecobonus insieme per consentire condomini per aprire un unico cantiere
  • Chi beneficia di sisma bônus 2019 o Ecobonus può trasformare la facilitazione in uno sconto da parte della società che fa il lavoro.

Pertanto, le autorità fiscali consentono ai contribuenti di monetizzare immediatamente l’incentivo, senza attendere il rendiconto fiscale dell’anno in cui gli interventi edilizi sono stati fatturati.

L’obiettivo è aiutare le persone che non possono pagare il conto dell’appaltatore e quindi, senza uno sconto immediato, rinuncerebbero al lavoro.

Il rovescio della medaglia è che questa disciplina probabilmente ostacola le piccole imprese. Essi non hanno sufficiente capacità fiscale per accumulare detrazioni fiscali.

Me Ottenere Dedotto Da Sisma Bônus 2019?

Il decreto Crescita ha introdotto un nuovo modo di utilizzare i bonus per ridurre il rischio sismico e per la riqualificazione energetica degli edifici.

Per sisma bônus 2019 e Ecobonus, la relativa detrazione fiscale può essere recuperata direttamente come sconto sulla fattura e trasferita al fornitore che la recupererà come credito d’imposta in cinque anni.

Si tratta di una possibilità molto vantaggiosa per l’acquirente o il cliente delle opere, perché il beneficio fiscale è immediato e non si estende per diversi anni, come nel caso delle usuali detrazioni fiscali.

Meno vantaggioso, tuttavia, per il fornitore che riceve l’anticipo sconto.

Per approfittare della facilitazione è necessario rispettare scadenze precise, altrimenti lo sconto è inapplicabile.

I termini e le condizioni per l’uso dello sconto sulla fattura sono stati dettati dal IRS con una disposizione ad hoc (numero 660057 del 2019), che lo ha reso operativo in un nuovo sistema di facilitazione.

Opzione Fino Al 28 Febbraio

La prima data da nominare è il 28 febbraio dell’anno successivo all’anno in cui sono sostenute le spese che danno diritto a detrazioni. Infatti, entro tale termine, i soggetti aventi diritto a detrazioni devono notificare l’IRS che hanno optato per lo sconto sulla fattura.

Se si perde l’impegno a questa data, non c’è nulla da fare: si perde il diritto di sconto.

Infine, la comunicazione dovrebbe essere effettuata a partire dal 16 ottobre 2019.

La notifica dell’opzione contiene dati precisi, come indicato nella disposizione 660057/2019. Dovrebbe essere inviato on-line dal sito web dell’Agenzia delle Entrate o andando agli uffici dell’amministrazione economica.

In alternativa, questo modulo può essere inviato alla ricetta via Pec. I dettagli per l’invio della comunicazione saranno forniti dall’Agenzia attraverso il vostro sito web.

10 Marzo Per Il Recupero Del Credito

Il fornitore che ha praticato lo sconto recupera il valore relativo sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente come remunerazione a decorrere dal decimo giorno del mese successivo a quello in cui la notifica è stata effettuata a decorrere dal 10 marzo.

Ma prima il fornitore deve confermare l’esercizio dell’opzione da parte del soggetto con diritto di deduzione e certificare l’esecuzione dello sconto, utilizzando le funzioni messe a disposizione nell’area riservata del sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Pertanto, tenere d’occhio le date, separare i documenti necessari e ottenere un bel sconto.

Prendersi cura della propria casa in una regione a rischio richiede un sacco di cura costruzione, che richiede tempo, denaro e buoni lavoratori. Se si può ottenere qualche sconto già rende la vita più facile, perché qualsiasi economia è un’economia.