Skip to content

Perché Non Riesco Ad Accumulare Bonus Docenti?

Scopri quali sono i bonus, i principali cambiamenti e le regole di accumulazione..



Che cos’è?

Il Bonus Docenti o Docenti Letter è un’iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, promulgata con la legge del 13 luglio 2016, art. 1 paragrafo 121.

L’azione permette l’utilizzazione delle schede elettroniche per l’aggiornamento e la formazione degli insegnanti, purché siano titolari e dipendenti di una scuola pubblica. Le carte sono utilizzate sul web e ogni insegnante dovrebbe essere responsabile della registrazione, con nome e password riconosciuti da Spid.

È interessante pensare che l’iniziativa sia stata un modo per avere la giusta formazione degli insegnanti e che abbia ancora un vantaggio in denaro. Questo denaro è noto come Bonus Docenti.



Essere il valore di 500 €, solo per gli insegnanti che sono stati riconosciuti negli anni 2018 e 2019. Altri anni, come 2016 e 2017, sono già stati caricati nella borsa elettronica.

È importante notare che le somme dei bonus degli insegnanti residenziali 2016-2017 dovrebbero essere spese entro il 31 dicembre 2018 – un’azione positiva del Ministero della Pubblica Istruzione – per il resto del contributo per l’anno accademico.

Gli anni 2017-2018 sono più sollevati in quanto possono essere spesi fino al 31 agosto.

Resta sintonizzato:

Una volta riattivata la carta dell’insegnante, è una buona idea esaminare come funziona la carta in modo da disporre di tutte le informazioni necessarie per generare e spendere i buoni per il contributo.

Scopri Di Più:

Che Cos'è  Bonus Docenti Scadenza?
Che Cos’è  Bonus Docenti Scadenza?

Che Cos’è  Bonus Docenti Scadenza?

La registrazione deve essere effettuata dall’insegnante dal 14 settembre di ogni anno.



Ogni insegnante è tenuto a presentare fatture, ricevute di quanto spendono, copie di trasferimenti o persino biglietti per teatri, cinema ed altri eventi.

Cosa Si Può Acquisare Col Bonus Docenti?

Per utilizzare questo contributo, il MIUR ha reso disponibile una piattaforma online chiamata Carta del docente, in cui gli insegnanti regolari devono registrarsi per acquistare in negozi sia fisici che online come

Amazon.it, noto come: amazon bonus docenti.

È importante sapere che anche con un bonus di € 500, l’insegnante non può spendere i suoi soldi per nessun oggetto. Per facilitare la tua ricerca, abbiamo creato un elenco di articoli che possono essere acquistati con il bonus:

  • Libri e testi, anche in formato digitale, da pubblicazioni e riviste, ma che sono importanti per l’aggiornamento professionale;
  • hardware e software;
  • Iscrizione a corsi di aggiornamento e qualificazione delle competenze professionali, condotti da istituti accreditati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;
  • Iscrizione a corsi di laurea, master, specialistici o a ciclo unico, relativi al profilo professionale, o a corsi post-laurea o master, relativi al profilo professionale;
  • biglietti d’ingresso per spettacoli teatrali e cinematografici;
  • Biglietti per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;
  • Iniziative coerenti con le attività individuate nel piano triennale di erogazione scolastica e nel piano nazionale di formazione, di cui l’articolo 1, comma 124, della legge n. 107 del 2015 (Good School).

Si noti che l’intero vantaggio di 500 euro è incentrato sulla formazione professionale dell’insegnante. Ciò significa che pagare per la cena in un ristorante non è coperto dal vantaggio.

Limitare l’uso della carta è stata una strategia intelligente da parte del Ministero della Pubblica Istruzione, per assicurarti di avere sempre buoni professionisti della classe.

Come Spendere Il Bonus Docenti Nel Amazon.It?

Accedi alla scheda istruttore, questo genererà un buono del valore di € 5, € 10, € 50, € 100 o € 250, devi convertirlo in un codice Amazon su amazon.bonus-docenti.it.

Una volta convertita la prova di acquisto, l’importo totale verrà detratto dal saldo della carta dell’istruttore.

Tuttavia, i codici Amazon devono essere utilizzati entro il 31 agosto dell’anno in cui il bonus scadrà.

Bonus Docenti 2019 Cosa Ha Cambiato?…

  1. Il pagamento viene effettuato tramite la registrazione dell’insegnante, precedentemente effettuata dal libro paga. Questo nuovo modulo ha reso più chiari i beneficiari.
Entro Quando Spendere Bonus Carta Del Docente 2019
Entro Quando Spendere Bonus Carta Del Docente 2019

Entro Quando Spendere Bonus Carta Del Docente 2019

Come consigliato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, insegnati e insegnanti hanno tempo fino al 31 agosto per spendere il bonus di 500 €.

È importante ricordare ciò che è stato detto in precedenza: il bonus, riservato a insegnanti completi, è progettato per l’aggiornamento e la formazione professionale. Può essere speso solo per: seguire corsi di specializzazione o formazione, acquistare libri o contenuti multimediali (PC, tablet, e-reader) e biglietti per il teatro.

Come abbiamo detto, entro il 31 agosto, gli insegnanti devono convalidare i buoni rimanenti per l’anno scolastico 2018/2019.

In questo modo, il personale scolastico assicurerà di poter spendere i valori residui sulla borsa elettronica prima di bloccare l’accesso al sito.

Come ogni anno, insieme alla fine dell’anno scolastico, il sito è inaccessibile, in attesa di aggiornamenti. Qualsiasi cosa non trascorsa entro tale data rimarrà in una sorta di limbo.

Cosa Succede, Quindi, Se Il Bonus Docenti Non Viene Speso?

Niente. Dopo essere stato confermato e rifinanziato, il bonus docenti sarà fornito anche per l’anno scolastico 2019/2020.

Gli importi residui verranno pertanto aggiunti ai 500 EUR, accumulando così.

L’accreditamento sulla borsa elettronica degli insegnanti italiani, tuttavia, non sarà immediato: come è accaduto negli ultimi anni, la piattaforma creata dal MIUR rimarrà inattiva e inaccessibile per circa 7-10 giorni. Durante questo periodo, i tecnici del ministero aggiorneranno i dati anagrafici e il “credito residuo” di tutti gli insegnanti.

Quindi, si verifica una sorta di accumulo del beneficio e l’insegnante avrà accesso solo l’anno successivo, quando richiederlo e registrando le sue spese.

Ma dobbiamo essere consapevoli che non è possibile accumulare per sempre le somme residue di bonus.

Come specificato dallo stesso MIUR, i 500 euro devono essere spesi in non più di due anni scolastici. Entro il 31 agosto, quindi, gli insegnanti a pieno titolo dovranno spendere ciò che resta del bonus 2017/2018. Se questa spesa non si verifica, quando la piattaforma viene riaperta, non troveranno più il valore nella loro borsa elettronica.

Per quest’anno, il MIUR ha annunciato un nuovo bonus per i membri accreditati 2016-2017. Secondo la regola stabilita, il bonus dovrebbe essere scaduto il 31 agosto.

Tuttavia, il Ministero della Pubblica Istruzione ha deciso di non penalizzare gli insegnanti estendendo il termine per il bonus degli insegnanti 2016-2017, poiché questo è stato accreditato con un notevole ritardo (dicembre 2016).